Re: Primo dato C1 di Canis aureus per la provincia di Firenze

Discussioni su identificazione, ambienti e comportamenti, informazioni e curiosità relative ai mammiferi selvatici del nostro territorio

Moderatore: Luca Lapini

Rispondi
Avatar utente
Luca Lapini
Moderatore
Messaggi: 504
Iscritto il: 20 giu 2012
Socio di A.ST.O.R.E.: NO

Re: Primo dato C1 di Canis aureus per la provincia di Firenze

Messaggio da Luca Lapini » 6 mag 2022

Carissimi,

L’espansione di Canis aureus in Italia continua

Grazie al lavoro di Emiliano Mori e Andrea Viviano, siamo lieti di poter validare un primo dato di Canis aureus per la ex provincia di Firenze

La validazione del dato è stata piuttosto rocambolesca, sia perchè la carcassa era stata fotografata malamente e non poteva essere riconosciuta dalle immagini, sia perchè era successivamente scomparsa dalla sede stradale

(Dati ripresi da una e-mail di Emiliano Mori & Andrea Viviano del 2mag2022)

Coordinate XX.XXXXXX - XX.XXXXXX (come al solito oscurate per ragioni protezionistiche)
(Comune di Empoli, sulla strada denominata Fi Pi Li)

-19 Marzo. Data prima osservazione della carcassa di presunto sciacallo dorato morto da parte di Luigi Malfatti (un nostro collega, libero professionista, Empoli);

-21 Marzo. Alle medesime coordinate viene rilevata ancora la carcassa (foto di Martina Lorenzini), che però non viene raccolta, perché nella zona c'è un traffico molto pericoloso; 

-23 Marzo. Recuperiamo alcuni peli che erano ancora presenti sulla strada (odorosi che non ti dico) e li sottoponiamo ad analisi genetiche: il risultato è sciacallo dorato e ti allego la sequenza.

>Sciacallo_Empoli_citocromo_b
TAAAAACCCACCCACTAGCCAAAATTGTCAACAATTCATTCATTGACCTCCCAGCGCCATCTAACATCTC
TGCTTGATGGAATTTCGGGTCCTTATTAGGAGTATGCTTGATTCTACAGATTCTAACAGGTTTATTTCTA
GCTATACACTACACATCGGACACGGCCACAGCTTTTTCATCGGTCACCCACATCTGTCGAGACGTTAACT
ACGGCTGAATTATCCGCTATATACATGCAAATGGCGCTTCCATATTCTTCATCTGCCTATTCATACATGT
GGGACGAGGCCTATACTATGGATCCTATGTATTCATAGAAACATGAAACATTGGAATTGTACTACTATGC
GCAACCATAGCCACAGCATTCATAGGCTATGTACTGCCGTGAGGACAAATATCATTC


Emiliano Mori e Andrea Viviano


Del processo di validazione merita rimarcare che

-In caso di prove non convincenti, come le foto in allegato, è possibile tentare la identificazione bio-molecolare dei resti rimasti su strada

-E' questa una modalità di validazione diversa dalle consuete che abbiamo finora condiviso, ma conduce comunque all'assoluta certezza di identificazione C1

-Appena possibile verrà eseguita una opportuna survey bioacustica mirata a localizzare eventuali gruppi riproduttivi territoriali nei dintorni del punto di investimento

Grazie ad Emiliano e Andrea per gli sforzi profusi nell’identificazione del soggetto investito
Allegati
Foto cfr Canis aureus Empoli.doc
(1016.5 KiB) Scaricato 94 volte

Rispondi