Stampa il PDF della pagina

CONVEGNO INANELLATORI


 Il XII Convegno degli Inanellatori  Italiani è organizzato
dall’associazione A.St.O.R.E. F.V.G.

in collaborazione con l'I.S.P.R.A. e l'Amministrazione Provinciale di Gorizia.

Quando: dal 05 al 07 dicembre 2014.
Apertura e registrazione dei partecipanti al convegno dalle ore 09.30 di venerdì 5 dicembre 2014.

Dove: presso Conference Centre  dell’Università degli Studi di Trieste – con sede a Gorizia via Alviano 18.





PROGRAMMA DI MASSIMA

Il programma è articolato in quattro sessioni che comprendono le varie tematiche affrontate dall’inanellamento scientifico, ed in particolare un’intera sessione viene riservata ad I.S.P.R.A. ed è coordinata direttamente dal Centro Nazionale Inanellamento. Vista l’evoluzione delle pratiche di monitoraggio messe in atto presso i Centri recupero fauna, avrà anche luogo un workshop specifico per affrontare il tema dell’inanellamento scientifico presso tali strutture..

SESSIONI:

SESSIONE I:
INANELLAMENTO IN FVG:

La storia dell’inanellamento nella regione Friuli Venezia Giulia. Dati di inanellamento e progetti sviluppati. Le serie di dati raccolte nel tempo dagli ornitologi, permettono di effettuare valutazioni storiche sull’andamento e sulle dinamiche delle popolazioni.

 SESSIONE II:
SITUAZIONE DELL’INANELLAMENTO IN ITALIA: PROBLEMATICHE E PROSPETTIVE

Sessione sviluppata e coordinata dal Centro Nazionale di Inanellamento.

SESSIONE III:
INANELLAMENTO IN ITALIA E PROGETTI COORDINATI

Nuovi progetti coordinati e sviluppi dei progetti in corso: valutazione dei risultati e prospettive future. Le direttive europee richiedono agli Stati membri di verificare lo stato di conservazione delle specie di interesse comunitario. Il monitoraggio risulta un’attività cruciale ove basata su protocolli condivisi e validati alla fonte; quale il ruolo potenziale dell’inanellamento scientifico? Questa sessione è anche occasione per presentare risultati di vari progetti di inanellamento.

SESSIONE IV:
INANELLAMENTO, RICERCA E NUOVE TECNOLOGIE

L’inanellamento a scopo scientifico è ancora la tecnica principale per marcare vasti campioni di individui appartenenti ad un ampio spettro di specie. Al contempo, nuove tecnologie si sviluppano rapidamente: come queste nuove tecniche interagiscono con l’inanellamento?

WORKSHOP:
I CENTRI PER IL RECUPERO DELLA FAUNA SELVATICA, INANELLAMENTO: QUALI OBBLIGHI E PROSPETTIVE
I Centri per il recupero della fauna selvatica sempre più spesso inseriscono tra le loro attività progetti di inanellamento scientifico su fauna liberata. Alla luce di nuove normative ed esigenze, quali le linee guida a livello nazionale?

Come tradizione, anche il prossimo convegno vedrà due relazioni ad invito di colleghi ornitologi stranieri esperti nel campo dell'inanellamento.

MOSTRA DI DISEGNO NATURALISTICO:
Come consuetudine, durante le giornate del Convegno, sarà allestita una mostra di disegno naturalistico; chi volesse esporre le proprie opere in originale è vivamente invitato a partecipare, informandoci (entro e non oltre il 01 ottobre 2014, e-mail: inanellatori@astorefvg.org, fax 051 796628) sul numero e dimensioni delle stesse in modo da consentirci l’organizzazione degli spazi espositivi. Vi informiamo che, per ragioni organizzative ed economiche, non sarà possibile fornire una copertura assicurativa delle opere esposte.

ATTIVITA’ CORRELATE:
Il piccolo territorio della Provincia di Gorizia è caratterizzato da una molteplicità di ambienti naturali che spaziano, in pochi chilometri, dalle barene lagunari alle colline carsiche. In esso sono state istituite varie Riserve Naturali Regionali fra cui la più conosciuta è quella delle Foci dell’Isonzo. Ma il territorio, carsico e non solo, è sito della rete NATURA 2000; in esso sono ancora presenti i resti ed i ricordi di uno degli eventi più atroci del novecento, la Grande Guerra. In occasione del Convegno sarà possibile visitare i siti storici della Prima guerra mondiale di cui quest’anno ricorre il centenario, inseriti in un panorama naturalistico unico e tuttora condizionato dagli eventi storici del primo novecento. Sarà possibile, nel corso di domenica 7 dicembre, partecipare alla visita guidata che ci porterà a conoscere la realtà storico, culturale e naturalistica del territorio toccando le riserve naturali dei Laghi di Doberdò e Pietrarossa sul Carso Isontino per finire alla riserva naturale delle Foci dell’Isonzo. Previste due programmi di visita, il la primo che terminerà alle 15.30 per chi vuole rientrare precocemente ed il secondo che si protrarrà in Cona per assistere all’emozionante rientro serale delle oche.

Si è pensato poi, vista l’ottima riuscita dell’iniziativa al XI CNI di Gaeta, di offrire alle persone che accompagnano i convegnisti un pacchetto turistico, in cui guida e trasporti saranno offerti dall’organizzazione, che porterà a visitare i luoghi storici e valorizzati in Carso 2014 ovvero il Sacrario Monumentale di Redipuglia, il Monte San Michele con le cannoniere appena restaurate e le trincee che testimoniano ancora oggi l’asprezza del conflitto.

Tutti i siti fra l’altro sono vicini o compresi all’interno di una delle emergenze ambientali tutelate dalla rete NATURA 2000, ZSC “it3340006 Carso Triestino e Goriziano” e ZPS “it3341002 Aree Carsiche della Venezia Giulia”, caratterizzati da flora e fauna tipiche della landa carsica.

ISCRIZIONE AL CONVEGNO (Prorogata)
Per l’iscrizione, che è gratuita, compilare l’apposita scheda di iscrizione inviarla entro il 31 ottobre 2014 a inanellatori@astorefvg.org.

PRESENTAZIONE DEI CONTRIBUTI
Sarà possibile presentare comunicazioni orali e poster inerenti gli argomenti delle sessioni e del workshop. Per tutti gli altri ambiti della ricerca ornitologica potranno essere presentati solo poster.
Per la presentazione dei contributi compilare la scheda scaricabile da qui. E' richiesta l’iscrizione di almeno un autore.

I riassunti dovranno essere inviati entro il 1 ottobre 2014 a inanellatori@astorefvg.org

I riassunti devono contenere:
1. titolo del lavoro
2. nome/i autore/i
3. indirizzo/i
4. testo

Non inserire grafici, tabelle e bibliografia, tutto deve essere contenuto in 1000 battute, spazi inclusi. I riassunti pervenuti saranno rilegati in un fascicolo che sarà consegnato ai partecipanti all’atto della registrazione. Per le norme editoriali si dovrà fare riferimento alle norme per gli autori allegate alla presente circolare.

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA
Associazione Studi Ornitologici e Ricerche Ecologiche del Friuli Venezia Giulia

Comuzzo Cristina, e-mail: inanellatori@astorefvg.org  Cell.: 334 7038935

Le schede, le circolari ed altro materiale sono scaricabili qui.


INIZIATIVA REALIZZATA DA: A.St.O.R.E. FVG
IN COLLABORAZIONE CON: ISPRA e PROVINCIA DI GORIZIA