Stampa il PDF della pagina

Progetto "GRAZIE PIPISTRELLO!"

Progetto di educazione ambientale
dell'
Assessorato Educazione Ambientale della Provincia di Trieste
in collaborazione con
ASTORE-FVG
testo di Erika Vida

Il 2011 è stato decretato dall'ONU "Anno del pipistrello", nell'intento di porre l'attenzione su una delle specie in pericolo più perseguitate del pianeta a causa di sciocchi pregiudizi e falsi miti. In quest'ottica l'Assessorato Educazione Ambientale della Provincia di Trieste in collaborazione con Astore-FVG ha avviato in via sperimentale il progetto Grazie pipistrello!, che persegue essenzialmente lo scopo di contribuire alla conservazione e tutela di questo piccolo mammifero volante, in preoccupante declino non solo nel nostro territorio ma in tutta Europa, animale indispensabile nell'eco-sistema ma anche molto utile all'agricoltura e all'uomo, in quanto instancabile e silenzioso predatore di insetti, nocivi alle coltivazioni o fastidiosi per gli esseri umani e gli animali, come le zanzare.

Attraverso la distribuzione gratuita alle scuole e ai privati delle c.d. "bat box" ovvero di appositi nidi artificiali si prevede di ovviare, almeno parzialmente, a una delle
cause che minacciano la sopravvivenza di questa specie: la la scomparsa di luoghi adatti dove rifugiarsi durante il giorno, dove nidificare e dove intraprendere il letargo invernale. Gli edifici di oggi, infatti, a differenza delle costruzioni rurali o dei palazzi del passato dotati di grandi soffitte e cantine, non offrono più nicchie, fessure e altri spazi dove i nostri chirotteri possano trovare un riparo indisturbato.
L'iniziativa di conservazione della specie comporta anche l'indubbio vantaggio, per chi "adotta" l'efficiente e riservato
animale, di ottenere un valido e gratuito aiuto nella lotta estiva alle zanzare e ad altri insetti volanti. Durante l'estate il pipistrello si nutre di una quantità di insetti pari quasi alla metà del suo peso, quindi a seconda della specie, del sesso, dell'età e di altri fattori, ogni pipistrello può liberarci dalle 2000 alle 5000 zanzare a notte.

A favore della salvaguardia di questo prezioso amico è prevista anche una campagna divulgativo-didattica che,  attraverso lezioni e conferenze, smentisca tutti quei luoghi comuni e assurdità nei confronti di questi animali. I Chirotteri sono, infatti, animali del tutto innocui, insettivori e non roditori (non rosicchiano quindi né cavi elettrici né rivestimenti o isolamenti), timidi e puliti (lo sterco secco ha le dimensioni di un chicco di riso ed è un ottimo concime), non si attaccano ai capelli, non nuocciono né all'uomo né agli animali, né si riproducono come i topi ma mettono al mondo un unico piccolo (al massimo una coppia di gemelli) all'anno, inoltre si tratta di autentiche meraviglie  della Natura e dell'evoluzione, con particolare riguardo al sofisticato sistema di orientamento radar, alle delicatissime membrane alari e alla capacità di penzolare a testa in giù. E' bene ricordare, infine, che questi animali, che vivono in colonie, sono esempi di mirabile solidarietà di gruppo, da cui l'uomo potrebbe più di qualche volta prendere esempio.


Come si svolge il progetto:
Attualmente è prevista una fase sperimentale, in cui 8 scuole della provincia di Trieste (medie inferiori e superiori, italiane e slovene) potranno prenotarsi attraverso il competente ufficio provinciale (educazione ambientale/dott.ssa Vida 040-3798469 o sig.ra Tomatis 040-3798485 e via mail: dennis.visioli@provincia.trieste.it) per una lezione conferenza (più classi) presso la scuola, a cura di esperti dell’associazione “Astore-FVG” e dmentre e il competente ufficio provinciale provvederà alla consegna e al montaggio gratuiti di uno o più nidi.

Alcuni nidi artificiali saranno a disposizione dei privati che potranno richiederli gratuitamente, fino ad  esaurimento.

Il progetto verrà presentato anche con 2 conferenze aperte al pubblico:


PRIMO INCONTRO:
MERCOLEDI' 23 MARZO ORE 18.00
SALA GRANDE DEL
CENTRO CULTURALE TABOR (Prosvetni dom)
via del Ricreatorio 1/1 (Opicina-Trieste)


SECONDO INCONTRO:
LUNEDI' 28 MARZO ORE 17.30
SALA DEGLI INCONTRI 
SEDE DELLE ASSICURAZIONI GENERALI,

Piazza degli Abruzzi 1 - VII PIANO - TRIESTE